lunedì 19 marzo 2018

FCA Heritage a Essen per Techno Classica 2018



Al via, presso la Fiera di Essen, la 30esima edizione di Techno Classica, pronta ad accogliere appassionati ed espositori - ben 1.250 provenienti da trenta nazioni diverse - in più di 20 padiglioni dislocati su 120.000 metri quadri di area espositiva. Alla prestigiosa rassegna partecipa nuovamente FCA Heritage, il dipartimento del Gruppo dedicato alla tutela e alla promozione del patrimonio storico dei marchi italiani di FCA. Il pubblico potrà ammirare alcuni esemplari storici dei marchi Alfa Romeo, Fiat, Lancia e Abarth, tutti coupé prodotti dai rispettivi marchi in piccola serie. Accanto a queste rarità, modelli di attuale produzione che hanno tratto ispirazione e legittimità dalla gloriosa storia del proprio marchio di appartenenza: l'Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio, un concentrato di preziosità tecniche e prestazionali, insieme alla vettura che ha realizzato il giro record sul circuito del Nürburgring. Stelvio Quadrifoglio ha infatti conquistato il titolo di SUV più veloce del mondo percorrendo gli oltre 20 chilometri della Nordschleife (anello nord) in 7 minuti, 51 secondi e 7 decimi.

Technoclassica segna anche il debutto in Germania di "Reloaded by Creators", il progetto che si occupa di proporre in vendita un numero limitato di vetture storiche che, dopo la valutazione e il restauro, vengono riproposte sul mercato possono tornare al loro antico splendore grazie al lavoro effettuato direttamente dal costruttore.

Un'ulteriore novità per il mercato tedesco è costituita dalla nuova linea di oli motore Selenia Classic: una gamma di lubrificanti che combina l'utilizzo delle moderne tecnologie con la passione per le auto d'epoca e le grafiche delle storiche lattine dell'Olio Fiat e Selenia Alfa Romeo. Realizzati in collaborazione con Petronas, i nuovi olii motore Selenia Classic saranno in vendita presso la Rete Autorizzata del Gruppo FCA.


Alfa Romeo Giulia Sprint Speciale (1963)
La Giulia Sprint Speciale rappresenta l'evoluzione - con il motore bialbero da 1.600 cc - dell'omonima versione della Giulietta, disegnata da Franco Scaglione per la carrozzeria Bertone sul telaio a passo corto della vettura. Si tratta di una delle sue opere più suggestive: lunga e larga, addirittura più della berlina, la Giulietta Sprint Speciale è un coupé estremamente basso e profilato, caratterizzato da linee tonde e sinuose. L'assenza di paraurti e la grande calandra a bocca di squalo ne fecero subito una dream car. Ma dietro al design molto ricercato si nasconde un profondo studio aerodinamico, testimoniato dal frontale basso e da una pronunciata coda tronca. Le prestazioni sono di tutto rispetto: il motore anteriore longitudinale da 1570 cm3 eroga 113 CV e consente alla Giulia SS di raggiungere i 191 km/h.


Alfa Romeo SZ (1989)
La storia della Carrozzeria Zagato è legata a doppio filo, sin dagli anni Venti del secolo scorso, a quella di Alfa Romeo. Le sue creazioni si sono concentrate sull'ottimizzazione delle prestazioni delle Alfa: i primi modelli costruiti, di un'eleganza rara, hanno poi lasciato spazio ad altri dallo stile più personale e originale. Tra questi, per l'appunto, la coupé ES30 SZ (Sprint Zagato), presentata a Ginevra nel 1989; il modello, progettato in collaborazione con Alfa Romeo, è da segnalare per le sue forme aerodinamiche (Cx pari a 0,3), sorprendenti e geometriche, ma anche per la sua guidabilità. Ne sono stati prodotti, all'incirca, 1000 esemplari.